Per chi ha poca dimestichezza con il vino, oppure per chi si vuole divertire e scuriosare un pò, ecco il dizionario del vino dove troverai i termini maggiormente diffusi quando si va a parlare del nettare degli dei. Sarà sufficiente cliccare sulla lettera per trovare le parole di pertinenza.

A


Abbocato – tipo di vino dal sapore dolce, amabile. Usato anche per definire il completare il riempimento di un recipiente.
Acerbo – ancora – non troppo affinato con acidità palese
Ascescenza – mutamento del vino per effetto degli acetobatteri che assume l’odore e del sapore dell’ aceto
Acidità – spesso utilizzato per definire un elevato tasso di ph
Aereazione – procedimento di ossigenazione del vino ed anche dei mosti
Affinamento – tecnica utilizzata per rendere il sapore di un vino piu armonico ( es. affinamento in barrique)
Agrumi – Agrume sapore, che ricorda i sapori dell’arancio e del limone
Albicocca – sapore tipico di questo frutto ( in genere champagne o vini da dessert)
Albo – dei vigneti. registro provinciale delle zone adibite alla produzione del vino
Alcolico – caratteristica di un vino dove la accentuata gradazione ne disturba l’armonia dello stesso
Alcool – componente fondamentale del vino (secondo solo alla percentuale di acqua), determinato dalla trasformazione degli zuccheri.
Alcolometro – strumento per misurare il grado alcolico dei vini
Allappare – termine per definire un vino aspro che lega in bocca dovuto ll’elevato livello di tannino
Allungare – (illegale) vino ammorbidito tramite l’inserimento di acqua
Alone – effetto tipico lasciato dal vino facendolo roteare nel bicchiere
Amabile – vino dal gusto dolce, gradevole
Amaro – caratteristica di un vino non piacevole al sapore
Ambientare – far sì che un vino possa raggiungere le migliori condizioni per poter esprimere al meglio tutte le sue caratteristiche
Ambrato – caratteristica del colore, tipico della pietra ambra
Ammorbidito – vino che ha perso i vizi grazie all’invecchiamento
Ammuffito – caratteristica di un vino dove sono state utilizzate uve guaste
Ampio – caratteristica di un vino dai grandi sapori e profumi
Analisi – sono i controlli tecnici a cui vengono sottoposti i vini per verificarne le caratteristiche (obbligatori per i vini da tavola, I.G.T., D.O.C, D.O.C.G.)
Anidride carbonica – compare nel vino durante la fermentazione. Rimane particolarmente evidente nei vini frizzanti (le bollicine)
Appassimento – tecnica utilizzata per vini a piu alta gradazione e con aromi piu odorosi. E’ un procedimento utilizzato per ottenere il passito e il Vinsanto
Archetti – effetto incolore che si forma nel roteare il bicchiere sulle pareti dello stesso. Sono più o meno ampi a seconda della gradazione e struttura del vino.
Armonioso – definisce un vino molto equilibrato fra sapori ed odori
Aroma – caratteristica olfattiva che viene percepita assaporando un vino
Aromatico – tipico di u vino che conserva il sapore dell’uva originale
Arricchimento – procedura che modifica la primaria natura del vino ( in genere “tagliandolo” con altri mosti o aggiungendo zucchero- non legale-) per aumentarne la gradazione
Asciutto – caratteristica di un vino che lascia la bocca pulita
Aspro – caratteristica di un vino, spesso giovane, dal gusto non troppo armonioso
Austero – definisce dei vini (rossi) di grande struttura e gradazione
Avvinare – procedimento usato per far prendere il sapore del vino ad un recipiente, versandone un piccolo quantitativo per far perdere eventuali vecchi vizi
Aromatizzato – vino o grappa arricchito di sapori di spezie

B


Ballon – bicchiere dalla forma sferica ed ampia utilizzato per meglio ossigenare i vini
Barile – ampio contenitore per la conservazione e trasporto del vino
Barrique – contenitore di origine francese utilizzate per l’invecchiamento e l’affinamento del vino.Ne esistono di varie forme e dimensioni
Bianco – definisce il tipo di vino, in base al colore, appunto vino bianco (anche se può contenere vitigni rossi)
Bigoncia – contenitore usato sia per il trasporto che la pigiatura delle uve
Bordolese – bottiglia a forma cilindrica di capacita 0,75 litri
Borgognona bottiglia a forma cilindrica di capacità 0,75 litri
Botte – contenitore di grandi dimensioni in legno (ma anche in acciaio) utilizzate per la fermentazione dei vini
Bouquet – definisce l’insieme degli aromi di un vino
Brandy – è prodotto tramite la distillazione del vino
Brilante – caratteristica di un vino con sfumature lucenti
Bruno – colore di un vino particolarmente scuro in genere dovuto all’invecchiamento
Brut – caratteristica di uno champagne o spumante dal sapore secco

C


Cantina – è il luogo dove viene fatto e conservato il vino per le sue caratteristiche non solo climatiche
Cappello – le parti solide che durante la fermentazione vengono portate in superfice
Capsula – è il rivestimento che copre il collo della bottiglia
Caraffa – utilizzata per fare respirare i vini (sinonimo di decanter)
Caratello – piccola botte in legno per la produzione del vinsanto
Champenoise – procedimento che consiste nella rifermentazione del vino in bottiglie (usato per gli spumanti)
Chambrer – tecnica che prevede l’ambientamento di vini di particolare pregio alla temperatura a cui andrà servito
Chiarello – termine per definire un vino annacquato o o di bassa gradazione
Chiuso – vino che non riesce ad esprimere il suo bouquet
Compatto – definisce un vino denso e non ricco di profumi
Concentrazione – processo utilizzato per eliminare le parti di acqua per aumentarne la gradazione alcolica
Corpo – elementi di un vino esclusi l’acqua e l’alcool
Corposo – definisce un vino di gradazione ed anche denso
Corto – un vino con poco retrogusto
Cru – definisce un particolare vino di pregio che viene prodotto in una particolare zona di vigna ben delimitata.
Cuvee – definisce il prodotto finito dell’insieme dei tagli fatti fra vini di diverse annate e zone geografiche (in genere utilizzato per gli spumanti)

D


D.O.C.
D.O.C.G.
Decanter – strumento utilizzato per la decantazione
Decantazione – è il paricolare processo con cui un vino viene versato dalla sua bottiglia in un altro
Decolorazione – procedura utilizzata per far perdere parzialmente il colore del vino
Deposito – parte organica solida che si posiziona in fondo alle bottiglie dovuto in genere all’invecchiamento
Dessert – vino dolce che viene servito per accompagnare i dolci
Diraspare – procedimento di separazione degli acini dai raspi, per poi procedere alla vinificazione
diraspatrice – apparecchiatura per effettuare il diraspamento
disarmonico – definisce un vino con un perfetto equilibrio dei sapori
disciplinare – è l’insieme delle leggi e normative che definisce i criteri per la tutela di un vino a cui produttori si devono attenere (es. DOC e DOCG)
distillato – prodotto ottenuto dal processo di distillazione
distillazione – processo che tramite l’alambicco trasforma il vino o le vinacce in una distillato
doga – le assi di legno con cui vengono fabbricate le botti

E


Enologia – insieme di studi applicati alla produzione, vinificazione e conservazione dei vini
Enometro – strumento per misurare il peso specifico dei vini
Enoteca – negozio dove vengono raccolti e selezionati vini diversi
Enologo – tecnico che applica gli studi dell’enologia scegliendo i vitigni i tempi e i modi di produzone e di raccolta dei vini
Equilibrato – definisce un vino dai sapori ben legati ed armoniosi fra di loro
estratto secco – definisce l’insieme delle rimanenze in caso di evaporazione delle parti di acqua e di alcool. E’ l’insieme degli elementi che definiscono la corposità e la organicitàdi un vino
etereo – caratteristica di un vino con profumi troppo marcati dovuti all’invecchiamento
etichetta – cartellino apposto nella parte frontale della bottiglia per definirneil tipo di vino, l’azienda, l’annata ecc.
etichetta dorsale – piccola etichetta posta nella parte posteriore della bottiglia
evanescente – tipico di un vino che tende a perdere presto i suoi profumi
evoluto – definisce un vino che durante l’invecchiamento ha ottenuto il miglioramento degli aromi e dei profumi

F


feccia – deposito di sostanze pesanti sul fondo delle botti
fermentazione – procedimento che determina il passaggio dal mosto in vino dovuto alla trasformazione degli zuccheri in alcool
fermento – microrganismo capace di produrre la fermentazione
fermo – definisce un vino senza effervescienza
fiacco – vino che non ha particolari pregi
fiasco – recipiente tipico toscano per la commercializzazione del vino, con un ampia sacca impagliata nella parte bassa ed il collo stretto
filossera – insetto parassita della vite che distrugge le radici e le foglie
filtratura – tecnica che prevede di far passare il vino attraverso tessuti per toglierne le parti pesanti e rendere cosi il vino limpido
fine – definisce un vino dall’aroma elegante, armonico
fioritura – di un vino dovuta all’emergere in superfice di un piccolo strato bianco causato da un basso livello di gradazione
floreale – vino che ricorda il profumo dei fiori
fresco – vino fruttato dal gusto piacevole e con una gradazione moderata
frizzante -definisce un vino che solletica gradevolmente il palato
fruttato – vino che propone gli aromi della frutta fresca

G


gabbietta – stuttura di metallo applcata sul collo di bottiglie di champagne o spumanti per evitarne
l’apertura causata dall’anidride carbonica
generoso – vino con un buon livello di alcool
giovane – definisce un vino che ha ancora da affinarsi, al momento non ancora pronto
gradazione – definisce la quantità espressa in gradi della percentuale di alcool contenuta nelle bevande
grado – unità di misura del contenuto alcolico
granato – particolarità del colore rosso intenso e vivo
grappa – distillato ottenuto dalla vinacce del vino
grappolo – l’insieme del raspo con gli acini
graticcio – particolare struttura fatta di vimini o ramoscelli intrecciati dove mettere i grappoli di uva ad invecchiare o muffire
Guyot -sistema di potatura più diffusa. Deriva il nome dallo studioso che lo ha ideato

I


I.G.T –
ibrido – vitigno derivante dall’incrocio di 2 viti di speci differenti
imbottigliare – trasferire il vino dalle botti in bottiglie
impagliato – definisce una bottiglia ricoperta di paglia usata a scopo di protezione (tipico del fiasco)
impurità – sostanze estranee al vino
innesto – è la tecnica di impiantare su di un ceppo, un tralcio di un altro vitigno
intensità – può definire sia la tonalità del colore che un sapore vigoroso che un profumo persistente
invecchiamento – è il processo per la conservazione dei vini che può durare da pochi mesi ad interi anni (vini di pregio)

L


leggero – caratteristica di un vino a bassa gradazione
legno – che ricorda i sapori naturali della botte
lieviti – definiscono gli organismi viventi presenti nella buccia degli acini che determinano la fermentazione
limpido- caratteristica di un vino dal colore pulito, cristallino
liquore – bevanda alcolica di medio ed alta gradazione
liquoroso – definisce un vino dalla gradazione e sapore tipici di un liquore

M


macerazione – processo che mira a mantenere la vinaccia a contatto col mosto durante la fermentazione
magnum – bottiglia di dimensioni e contenuto almeno doppio di quelle tradizionali
magro – caratteristica di un vino che non è corposo
Marsala
marsalato – aspetto del sapore simile al marsala, considerato troppo fruttato e forte per un un vino
maturazione – (delle uve) processo di crescita delle uve fino al momento di essere vendemmiate
maturo – vino che ha raggiunto il suo affinamento e non è più giovane
millesimato – definisce un eccezionale annata di vino
morbido – sapore equilibrato e piacevole al palato
mostimetro – strumento per la valutazione del grado alcoolico del mosto
mosto – prima fase del vino dopo la pigiatura delle uve, antecedente alla fermentazione
Muffato

N


naturale – vino senza aggiunta di prodotti o componenti illecite
netto – descrive un sapore monocorde ma di gusto piacevole
neutro – vino senza una proprià personalità
Novello – particolare tipo di vino, descrive il vino giovane ancora non raffermo che viene commercializzato dopo un paio di mesi dalla vendemmia

P


paglierino – colore che ricorda quello della paglia
pampano – la foglia della vite
parassita – vegetale o animale che vive alle spese di un altro organismo
Passito – è un vino che si ottiene da uva appassita con una gradazione superiore (usato per dessert)
pastoso – definice un vino che riempie la bocca
perlage – definisce l’insieme delle bollicine negli spumanti
peronospera – fungo parassita della vite che ne determina la malattia omonima
persistenza – definisce l’insieme dei sapori rimasti dopo la degustazione
piatto – caratteristica di un vino senza particolari aromi
pigiatura – è la procedura con cui si ottiene la spremitura delle uve
potare – l’azione di fare la potatura
potatura – procedimento che prevede il tagli di piccole parti della pianta per migliorarne la produzione

R


raffermo – vino che ha raggiuto il suo equilibrio organolettico
raspo – è la struttura della zocca d’uva, ciò che sorregge gli acini
retrogusto – termine usato per definire il sapore che rimane nel palato dopo la degustazione
riserva – definisce i vini di particolare pregio in base alle annate, alle fattorie ecc
robusto – vino con alto contenuto alcolico dal sapore vigoroso
rosè – definisce una serie di vini che risultano con una colorazione intermedia fra quello bianco e quello rosso.
rosso – Rosso è il vino per antonomasia, caratterizzato dal colore rosso ( più o meno intenso) a seconda dei vitigni, dell’invecchiamento ecc.
rotondo – definisce l’aroma piacevole, senza spigolature

S


Saccaromiceti – fungo microscopico che provoca la fermentazione del vino
Sapido – tipico di un vino con un altà acidità
sboccatura – eliminazione della prima parte del vino contenuta nel collo della bottiglia
sedimento – deposito di sostanze organiche pesanti dovuto al processo di vinificazione
silicone – composto organico del silicio di origine sintetica utilizzato per produrre alcuni tappi
sincero – definisce un vino senza alterazioni
sofisticazione – tecniche che portano ad adulterare le naturali caratteristiche del vino
solforazione – procedimento antiparassitario effettuato sulle botti utilizzando lo zolfo
sommelier – esperto conoscitore dei vini e delle loro caratteristiche
spampinatura -procedimento che mira ad elimiare i pampani per ottenere una migliore esposione solare dei grappoli
speziato – definisce un vino che ricorda il sapore delle spezie
spillare – far uscire il vino dalle botti
spunto – caratteristica di un vino che inizia a inacidire a causa dell’ossidazione
struttura – definisce tutte le componenti di un vino
sughero – pianta sempreverde.La corteggia è utilizzata per produrre i tappi per la propria elasticità
svanito – definisce un vino che a contatto con l’aria a perso le sue caratteristiche organolettiche
svinare – procedimento che prevede il trasferire il vino dai tini alle botti dopo la fermentazione

T


taglio – è l’operazione con cui viene aggiunto un vino ad un altro allo scopo di migliorare il grado alcoolico (in genere) o il sapore
talea – porzione della pianta di vite che viene piantata per ottenerne una nuova pianta
tanninico – definisce un vino ricco di tannini, dal sapore ancora giovane ed un po’ aspro
tannino – è una delle componenti essenziali del vino. Si trova in natura all’interno della buccia
tappo – piccolo strumento utilizzato per chiudere le bottiglie in genere di sughero
tardivo – definisce un vino vendemmiato successivamente per aumentarne la maturazione dell’uva
tartarico – acido ricavato dal deposito del vino nelle botti
tenuta – termine un po’ dialettale per definire l’azienda agricola e i suoi possedimenti
terreno – gli elementi del territorio che per le proprie caratteristiche conferiscono un sapore unico
termoregolazione – tecnica utilizzata per mantenere il mosto ed il vino a temperature costanti per meglio ottimizzare le procedure di vinificazione
tignola – farfallina parassita che si ciba della polpa degli acini della vite
tino – ampio recipiente dove il mosto viene messo a fermentare
torchiatura – operazione di spremitura effettuata tramite torchio
torchio – attrezzatura tecnica che prevede l’estrazione del mosto dalle uve applicando una forte pressione sulle stesse.
tralcio – il ramo della vite
travasare – trasferire un vino da un contenitore ad un altro per pulirlo dai suoi sedimenti

V


velato – vino dal colore non cristallino e pulito, cioè leggermete torbo
vendemmia – è il periodo dove ha inizio la raccolta delle uve
vigoroso – definisce un vino dal carattere molto forte e robusto
vinaccia – ciò che rimane dalla spremitura delle uve (parte che non rientra nel mosto es. raspi)
vinacciolo – il seme o i semi contenuto dento l’acino
vinello – vino giovane poco pregiato e di bassa gradazione
vinificazione – l’insieme dei processi che portano alla trsformazione del mosto in vino
vino da tavola – tipo di vino di largo consumo
vinoso – che ricorda l’odore del vino
vite – è la pianta dell’uva
viticcio – appendice filiforme utilizzata per sostegno della vite
vitigno – definisce il particolare tipo fra l’ampia varietà di viti del mondo. Sono diverse per foglia, altezza, la forma dei grapoli e degli acini ecc

Z


Zaffo – legno di forma conica con cui si chiude il foro di un tino o di una botte utilizzato per spillare il vino.
zimasi – enzima della fermentazione alcoolica
Zocca – termine usato per definire il raspo insieme agli acini
Zolfo – elemento chimico antisettico utilizzato per disinfettare le botti. Utilizzato anche nella vinificazione per scopi antiossidanti
Zuccheri – sostanze chimiche presenti nell’acino e poi nell’uva. Si distinguono in quelli che danno la gradazione e in quelli che ne danno il sapore (tipo glucosio)

il fantastico mondo del vino ha anche il suo lessico, ed una padronanza di teli termini può essere utile per meglio approfondire la deegustazione del Brunello di MOntalcino e dei vini in generale.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>